SAGGI

INVITO ALLA LETTURA DELL’OPERA DI MICHELE AMARI STORIA DEI MUSULMANI DI SICILIA

IL PROFESSORE AMARI E I MUSULMANI

(leggi tutto)

IL PROFESSORE AMARI E I MUSULMANI

copertina di giovanni 001

IL DIALETTO E LA LINGUA – Libro per gli esercizi di traduzione dal siciliano – Parte II – Quarta claasse Elemre

di ALESSIO DI GIOVANNI

il dialetto e la lingua

LA NOTTE DEI PUGNALI

           Il giallo de I PUGNALATORI DI PALERMO DEL 1862 di Salvatore Mannino, ha avuto la sua soluzione, enigmatica e vista nella mia ottica, pure perversa della vittima carnefice. La stanza segreta in fondo rappresenta l’animo del La Bruna che imprigiona Sanvito (la sua personalità sovversiva) nascondendo così dentro se la sua passione rivoluzionaria indipendentista, affinché la sua nuova figura politica di senatore del Regno d’Italia possa essere libera di tradire se stesso. Questo è successo a tanti nobili rivoluzionari indipendentisti siciliani, i quali anche se criticarono la nuova colonizzazione italiana a parole nei fatti si arresero al sistema usufruendone i benefici. Questi però non furono seguiti dal Popolo Siciliano che ne subì effettivamente i danni, fu pronto alla rivoluzione contro l’Italia, come poi successe nel 1866. Ma, come amaramente ci insegna la storia, le rivoluzioni per essere efficaci hanno bisogno di tutte le anime di un popolo.

LA NOTTE DEI PUGNALI

$(KGrHqVHJFQFIhlF0332BSOfPTv7nQ~~60_12

Mi sono allietato nella lettura del pamphlet: I “GIALLI” DI PALERMO dell’Antares Editrice – Palermo – Anno 2005, scritto da tre penne meravigliose che si sono dati la staffetta per quasi mille anni di storia siciliana intrisa di mistero, partendo dalla Corte Normanna del 1154 e finendo al 1970 con la scomparsa di Mauro De Mauro. Gli autori sono: Grazia Mele, Lucio Zinna e Angelo Vecchio. I “protagonisti” sono: la Sicilia e il mistero.

Leggi tutto:

DEI DELITTI E DELLE PENNE

capuzzi

a pagine lette mi veniva spontaneo pensare che il garibaldino Capuzzi ad un certo punto si aspettasse la musichetta di “sei su scherzi a parte” e capire che tutto era stato uno scherzo, un imbroglio.

I TRE MIRACOLI DI GARIBALDI

consolida

 

Dove si trova la contrada “Consolida”? E’ quel prato immenso, tra Agrigento ed Aragona, zona San Michele, dove cresce spontaneo questo fiore meraviglioso ormai nello spazio rimasto, per la costruzione continua di stabili. Come, appunto, alla fine del libro, in conclusione della narrazione, scopriamo che proprio lì, in quell’area, vi è stato costruito l’Ospedale San Giovanni di Dio.

STORIA DI UN PRATO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: